Vino come regalo perfetto – Consigli per non sbagliare

Regalo vino

Vino come regalo perfetto – Consigli per non sbagliare

É il vostro anniversario? É il compleanno di una persona speciale? Che sia una laurea o una ricorrenza particolare, scegliere il regalo giusto per una persona cara è sempre difficoltoso!

Puoi optare però per un regalo classico ed intramontabile: il vino!

Come scegliere una buona bottiglia di vino? Che sia bianco o rosso la scelta non è mai semplice.

Quando si sta davanti ad uno scaffale pieno di diverse bottiglie la mente è affollata da mille domande e dubbi: sarà troppo caro? sarà troppo economico? sarà adatto per l’occasione? Piacerà?

Partiamo dal presupposto che la persona che riceverà il nostro dono, non è un intenditore ma è soprattutto curioso di scoprire e assaporare un buon vino, questo facilita la scelta.

Vediamo come scegliere

I parametri da considerare nella scelta del vino, sono diversi e importanti. 

Il rapporto qualità/prezzo è il primo criterio da valutare perchè, alcuni vini blasonati sono in realtà frutto di grandi azioni di marketing il che significa che sono vini mediocri ad un prezzo elevato. Altri invece rispecchiano in pieno le caratteristiche e la qualità della cantina d’appartenenza.

Quindi cosa fare?

Il consiglio è di optare per vini meno conosciuti ma derivanti da ottimi vitigni che si distinguono per qualità e purezza.

Deciso il budget da spendere è doveroso concentrarsi sul prodotto giusto da comprare tuttavia, se si hanno dei dubbi sui gusti, è consigliabile volgere l’attenzione verso vini classici come ad esempio:

Ipnosi: Ottenuto da uve 100% Montepulciano d’Abruzzo Colline Teramane DOCG 2013. Dopo un lungo affinamento in piccole botti di rovere da 225 litri, arriva alla bottiglia. Vino dal colore rosso rubino, con riflessi violacei. All’olfatto è intenso con sentori di vaniglia e frutta a bacca rossa. Al gusto è armonico e ben strutturato. Ideale abbinamento con carni rosse, cacciagione e formaggi stagionati.

Matteo Biagi riserva: Ottenuto da uve 100% Montepulciano d’Abruzzo Colline Teramane DOCG. Chitarra alla teramana, secondi di carne tradizionali quali tacchino alla canzanese, spezzatino di agnello “cace e ove”, “pecora alla callara”.

Per chi invece si sente in vena di regali audaci e non ha paura di osare, l’attenzione può essere rivolta verso vini particolari come ad esempio il passito. 

Passito: Ottimo con i dolci a fine pasto, trova il suo abbinamento più originale con i grandi formaggi stagionati o erborinati. Corpo pieno e avvolgente, dalla sensazione zuccherina intensa ma ben bilanciata dalla naturale acidità; finale ricco di sfumature retrolfattive fruttate. Le uve vengono raccolte surmature messe in grosse casse forate (binz) e stivate in cella frigorifera per 45 giorni fino a completamento del processo di appassimento naturale. 

Il consiglio che, in ogni caso, ci sentiamo di offrire è di dare un tocco in più al regalo ossia abbinare qualcosa che resti nel tempo e che lasci il segno. Accompagnando infatti la bottiglia stessa con una bella confezione regalo, magari in legno o metallo o anche dei calici o un decanter, si esalterà il regalo rendendo il tutto più che apprezzabile.

Per concludere, possiamo affermare con certezza che regalare vino è sempre un’ottima idea, specialmente se conoscete bene i gusti della persona a cui volete fare questo dono.

Il vino, è qualcosa di speciale, che ha una personalità ben definita ed un carattere tutto suo. Racchiude in sé l’amore per la terra, lo sforzo di mani capaci, la testa delle persone che lo vinificano. E’ un progetto che ha comunque richiesto impegno, costanza e amore. E, anche per questo, sarà sempre un regalo degno e perfetto per ogni occasione.

Condividi questo post


Call Now Button